Ieri a Barletta

Protezione civile, doppia riunione in prefettura su esercitazione Sismic e incendi boschivi

Il Prefetto Minerva, durante il suo intervento, ha auspicato una forte azione sinergica tra forze dell’ordine, enti locali e le varie istituzioni coinvolte nella prevenzione e contrasto di incendi boschivi

Attualità
Spinazzola venerdì 16 giugno 2017
di La Redazione
Protezione civile, doppia riunione in prefettura su esercitazione Sismic e incendi boschivi © n.c.

Mattina incentrata sulla Protezione Civile, quella di ieri, 15 giugno, presso il Palazzo del Governo di Barletta. Il Prefetto di Barletta Andria Trani, Clara Minerva, ha presieduto due riunioni rispettivamente dedicate all’esercitazione regionale di Protezione Civile, denominata “Sismic BAT 2017” e che si svolgerà nel mese di ottobre nel territorio di Barletta - Andria - Trani, ed alla presentazione del Piano Antincendi Boschivi 2017.

Nel corso del primo incontro, cui hanno partecipato i funzionari del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile e della Protezione Civile regionale, il Presidente del Comitato regionale permanente di Protezione Civile Ruggiero Mennea, il Presidente della Provincia di Barletta Andria Trani Nicola Giorgino ed i Sindaci della Provincia, i rappresentanti delle forze dell’ordine e delle autorità militari, il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, il referente della Puglia per la Sanità ed il responsabile della Centrale Operativa del 118 della Asl, il Prefetto ha ipotizzato una proposta di rimodulazione dei COM (Centri Operativi Misti), secondo le indicazioni operative del Dipartimento Protezione Civile dell’aprile 2015 ed i criteri previsti dal Programma Nazionale Rischio Sismico, dettati da popolazione residente, collegamenti viari ed eterogeneità del territorio.

Protezione civile, doppia riunione in prefettura su esercitazione Sismic e incendi boschivi © n.c.

La riunione è poi proseguita con l’illustrazione della campagna Antincendi Boschivi 2017 e con l’esame degli interventi operativi per fronteggiare eventuali situazioni di emergenza.

Questo anche in relazione alla recenti novità normative in materia, secondo cui spettano al Corpo dei Vigili del Fuoco le competenze in materia di lotta attiva contro gli incendi boschivi ed il coordinamento delle operazioni di spegnimento, d’intesa con le Regioni. Spettano invece al Gruppo Carabinieri Forestale il monitoraggio delle aree percorse dal fuoco e gli accertamenti conseguenti gli incendi boschivi che prevedono attività di rilievo e di perimetrazione delle aree percorse dal fuoco, oltre alla prevenzione, in sinergia con le altre forze dell’ordine, il controllo del territorio, l’acquisizione delle segnalazioni di incendi che giungono al numero 1515 e le attività investigative.

Il Prefetto Minerva, durante il suo intervento, ha auspicato una forte azione sinergica tra forze dell’ordine, enti locali e le varie istituzioni coinvolte nella prevenzione e contrasto di incendi boschivi, per agire in maniera incisiva sia nel fronteggiare le situazioni di emergenza che nell’attivare azioni di sensibilizzazione. Ha inoltre raccomandato le Amministrazioni comunali affinchè provvedano all’aggiornamento delle proprie pianificazioni in materia di protezione civile, vengano stipulate apposite convenzioni con le associazioni di volontariato (quale prezioso supporto per il controllo del territorio) e siano sensibilizzati i cittadini a segnalare eventuali criticità al numero di pubblica utilità 1515.

Infine, il Prefetto ha ribadito la necessità che tutti i comuni aggiornino puntualmente il catasto delle aree percorse dal fuoco, soggette in quanto tali a vincoli che costituiscono un efficace deterrente contro eventuali manovre speculative

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette